be_ixf;ym_202104 d_20; ct_100
CHIUDI
2018, Web, X Games, Aspen, Hero
NEWS

Monster Energy domina gli X Games di Aspen 2019

Dec 282018

Si sono ufficialmente conclusi gli X Games, che si sono svolti per la diciottesima volta consecutiva nelle Rocky Mountains! Monster Energy si congratula con i suoi atleti nelle discipline di Snowboard, Snowmobile, Snow Bike e Off-road SUV per le ottime prestazioni agli X Games di Aspen 2019. Il team di livello mondiale ha vinto un totale di 18 medaglie degli X Games durante l’evento durato quattro giorni, tra cui 5 d’oro, otto d’argento e cinque di bronzo. Visita il sito monsterenergy.com per contenuti esclusivi su tutti gli highlight del team.

A Buttermilk Mountain, fuori Aspen, una folla piena di energia ha vissuto quattro giorni ricchi di sport estremi e spettacoli musicali in un’atmosfera da festival. Tutti gli sport d'azione e il festival erano aperti al pubblico, mentre i concerti a pagamento hanno visto esibirsi Lil Wayne, The Chainsmokers e Kygo.

Senza ombra di dubbio gli X Games di Aspen 2019 sono stati l’evento invernale di sport estremi più grande di tutti i tempi. Sono state assegnate ben 55 medaglie in 19 discipline e questa edizione ha ufficialmente stabilito un nuovo record di pubblico. Un totale di 117.000 spettatori in loco nel corso di quattro giorni a Buttermilk Mountain ha equiparato le presenze agli X Games di Tignes del 2013, diventando il pubblico più numeroso di tutti gli eventi invernali degli X Games. L’ultimo giorno della settimana, la presenza di 43.000 spettatori è passata alla storia come il maggior numero di spettatori della domenica ai Winter X Games. 

I livelli di entusiasmo sono stati sempre alti, grazie agli atleti Monster Energy che hanno continuamente alzato l’asticella con prestazioni da record nel corso di tutto il weekend. Il fenomeno dello Snowboard Chloe Kim ha difeso la sua medaglia d’oro nel Superpipe femminile e vanta al momento un record perfetto di podi con sette medaglie ottenute in altrettanti X Games. Nella dinamica gara di Wendy’s Snow BikeCross, il pilota canadese del team Cody Matechuk ha difeso il suo oro raggiungendo il suo terzo podio consecutivo all’evento. Il primo Para Snow BikeCross in assoluto ai Winter X Games ha visto Doug Henry di Monster Energy portarsi a casa la sua prima medaglia d’oro agli X Games in 14 anni. Il pilota di Off-road Jeep Casey Currie ha ottenuto l’oro nella nuova Jeep Wrangler X Challenge mentre Cassie Sharpe è passata alla storia dominando lo Ski SuperPipe femminile e vincendo un oro.

 

I giochi sono iniziati in bellezza giovedì con lo Ski SuperPipe femminile con Cassie Sharpe che di ritorno da una brutta caduta ottiene la vittoria alla terza e ultima run: due 900 entrambe le rotazioni, seguiti da un Flair, 720 rotazione a destra, switch 360 rotazione sinistra e un gigantesco 1080 a trenta metri di altezza hanno fatto guadagnare alla ventiseienne canadese 94.00 punti e la medaglia d’oro, il suo secondo oro nello Ski SuperPipe agli X Games. Nello Ski SuperPipe maschile, David Wise di Reno, in Nevada ha eseguito due double cork 1260 in entrambe le direzioni, 1080 con rotazione a destra e switch left double cork 1080 guadagnandosi un argento e portando il numero delle medaglie vinte agli X Games a sei (4 ori e 2 argenti).

Continuando la corsa al podio del giovedì, Jamie Anderson di Monster Energy ha affrontato le migliori rider freestyle nello Snowboard Big Air femminile. Conosciuta come la donna più premiata nella storia degli X Games e agguerrita concorrente nello Slopestyle, Anderson ha effettuato salti tecnici come il Cab double 900 e frontside 720 mute su un salto di 25 metri al suo primo run. Ha continuato a lottare per la prima posizione, ma ha dovuto accontentarsi del bronzo dopo aver fatto una brutta caduta tentando un frontside 1080 che le ha impedito di difendere la sua medaglia d’oro nello Snowboard Slopestyle femminile.

 

Il secondo giorno degli X Games di Aspen 2019 è iniziato con un’enorme sorpresa nello Ski Slopestyle femminile. Dopo aver mancato per poco il podio l’anno precedente, Sarah Hoefflin di Monster Energy è andata all'attacco con trick molto tecnici proposti in switch su rail e box, seguiti da un back-to-back 540 con rotazione a destra, switch 720 e switch 1080 rotazione a destra ottenendo 90.00 punti e una medaglia d'argento. Insieme a lei sul podio la sua compagna di squadra e medaglia d’oro ad Aspen 2018 Maggie Voisin dal Montana, che non ha fatto il run sperato, ma è riuscita comunque a sbalordire il pubblico con backside 360 sul box, 900 rotazione a destra e un double cork 1260 che le hanno fatto vincere il bronzo.

 

Non sono mancate le novità. La prima Jeep Wrangler X Challenge ha visto atleti provenienti da un’ampia varietà di sport d'azione tra cui skateboard e motocross guidare il nuovo Jeep Wangler SUV attraverso un percorso a ostacoli ricoperto di neve. In una prova di abilità, destrezza e precisione, il pilota di Jeep off-road Monster Energy Casey Currie si è accaparrato l’oro completando il percorso in 46,640 secondi, con ben 8,89 secondi sul secondo più veloce.

 

Al calare del sole su Buttermilk Mountain, è stato il momento dell’attesissima Snowmobile Freestyle Final, nella quale Brett Turcotte di Monster Energy ha difeso l’oro conquistato l’anno prima. Turcotte ha strabiliato il pubblico con mosse tecniche in totale controllo, tra cui una nuova personale variazione di California Roll body varial, così come Oxycutioner e Rock Solid e Coyote Indy, un backflip effettuato di lato in sospeso sul manubrio. Alla fine dei giochi, il trentenne di Clearwater in Canada si è dovuto accontentare dell'argento, con la possibilità di mirare nuovamente al podio in Snow BikeCross e Snow Bike Best Trick.

La seconda giornata si è conclusa con il botto, con la dimostrazione dei grandi progressi del freestyle snowboarding al The Real Cost Men’s Snowboard Big Air Final. I migliori rider del mondo hanno eseguito trick mai visti prima sull’enorme salto, ma Sven Thorgen di Monster Energy si è difeso bene facendo magie. Un frontside triple cork 1440 mute pulito e il primo backside triple rodeo melon della gara hanno fatto guadagnare al ventiquattrenne svedese un meritato bronzo, la sua terza medaglia agli X Games.

 

La giornata di sabato è stata caratterizzata da una lunga fila di otto eventi agli X Games di Aspen 2019, a partire dallo snow racing ad alta velocità. Nel primo Para Snow BikeCross in assoluto dei Winter X Games, gli atleti di snow bike non deambulanti hanno intrapreso il percorso di BikeCross su moto modificate, con comando manuale e modifiche alle selle. Doug Henry di Monster Energy ha dominato la gara terminando con un vantaggio di 19 secondi sull’avversario più vicino e con un tempo complessivo di 4:57.599. È stata la prima medaglia d’oro in 14 anni per il pilota di motocross che è rimasto paralizzato dalla vita in giù in seguito a un incidente in Supermoto nel 2007 e da allora ha dimostrato di essere un temibile concorrente negli eventi di snowmobile e Snow BikeCross.

 

Allo Jeep Snowboard Slopestyle maschile, il pilota diciannovenne di Monster Energy Rene Rinnekangas di Iisalmi, Finlandia ha messo tutto sottosopra guadagnandosi una fantastica medaglia d’argento. Trick tecnici su rail come nosebutter 270 frontside in e boardslide 450 out, Cab double cork 1260 nosegrab sul big air, frontside 1440 melon e backside triple cork 1620 mute hanno fatto vincere all’esordiente il suo primo podio in assoluto ai Winter X Games. Rene ha fatto anche una comparsa nel primo Snowboard Knuckle Huck, facendo impazzire il pubblico nelle vesti di bassista del suo gruppo, Kätfish.

 

Si ritorna al rombo dei motori con il Wendy’s Snow BikeCross, in cui Cody Matechuk di Monster Energy si è presentato come l’uomo da battere. Dopo un inizio raffazzonato, poca visibilità e insidiose lastre di ghiaccio, il ventiquattrenne canadese di Cochrane ha finito con 4,445 secondi di vantaggio sul pilota successivo con un tempo complessivo di 10:31.387. La sua vittoria ha segnato il suo terzo podio consecutivo di Snow BikeCross dopo aver vinto l’oro nel 2018 e il bronzo nel 2017.

 

La sera di sabato, il pubblico era pronto per uno air show nel The Real Cost Men’s Ski Big Air. In una battaglia tra i migliori freestyler al mondo, i rider Monster Energy si sono accaparrati due posti sul podio. Il ventiquattrenne canadese Alex Beaulieu-Marchand ha ottenuto la medaglia d’argento con le sue evoluzioni altamente tecniche come Switch leftside triple 1440 bow and arrow su octo grab e switch rightside triple 1440 safety. Il suo compagno di squadra, il britannico James Woods si è guadagnato la medaglia di bronzo con un left triple 1620 safety, ovvero quattro rotazioni e mezzo, e switch rightside triple 1440 octograb al suo tentativo finale. 

Come gran finale di una giornata epica agli X Games di Aspen, la diciottenne fenomeno dello snowboard Chloe Kim ha tenuto a bada le sue avversarie difendendo il suo oro nello Snowboard SuperPipe femminile. Nonostante la sua giovane età, la snowboarder più competitiva al mondo ha eseguito una sequenza perfetta con Indy nosebone, frontside 1080 tail, Cab 720 mute, frontside 540 Indy, e McTwist Indy portandosi a casa la vittoria e la sua quinta medaglia d’oro agli X Games. Chloe ha ufficialmente equiparato la skateboarder Lyn-z Pastrana nel numero di medaglie vinte da un’atleta adolescente donna agli X Games e detiene un record perfetto di podi in sette presenze all’evento.  

 

L’ultimo giorno agli X Games di Aspen 2019 è iniziato a mezzogiorno, ora locale sotto un cielo azzurro con un doppio podio per Monster Energy nel Jeep Ski Slopestyle maschile. Fresco dell’argento in Ski Big Air, il rider canadese Alex Beaulieu-Marchand ha combinato trick tecnici sui rail come 450 to pretzel 270 out con double cork 900 rotazione destra in un double bio 1260 e switch triple cork 1260, arrivando al secondo posto. Dopo di lui il ventenne norvegese Ferdinand Dahl, che ha vinto il bronzo come sua prima medaglia agli X Games con front swap 270 sul rail seguito da double bio 1260, 1440 e switch left double cork 1440 sui salti.

 

Il pubblico ha conosciuto un nuovo nome da tenere a mente nello Snowboard SuperPipe maschile Monster Energy: il giapponese Yuto Totsuka non si è lasciato impressionare dal fatto di condividere la finale con rider di alto livello e si è guadagnato la medaglia d’argento nel suo incredibile run iniziale. Al suo debutto agli X Games, il diciassettenne ha eseguito una sequenza perfetta con frontside stalefish 540, mute 900, frontside tailgrab 1080, Cab 1080 tailgrab e frontside double cork 1260 mute ottenendo 90.00 punti. Non poteva iniziare meglio di così!

 

A conclusione del weekend degli X Games, Brett Turcotte di Monster Energy ha scambiato la sua snowmobile con una snow bike personalizzata al secondo Snowbike Best Trick degli X Games di Aspen. In uno sport relativamente giovane che sta ancora esplorando i suoi limiti, Turcotte ha alzato l'asticella eseguendo uno Tsunami flip, rimanendo attaccato al manubrio a testa in giù durante un backflip, e ottenendo una medaglia d’argento. Durante le finali, il suo compagno di squadra e di allentamento, il canadese Kyle Demelo, è quasi riuscito a eseguire un front flip davanti al pubblico in visibilio di Buttermilk Mountain.

 

E questo è quanto. Con una partecipazione di pubblico da record e performance di successo, gli X Games di Aspen 2019 sono stati davvero il principale spettacolo di sport d’azione invernali dell’anno. Grazie a tutti gli atleti e a tutti quelli che hanno partecipato e hanno seguito online un evento che ha fatto la storia! 

CONDIVIDI L'ARTICOLO:

CONSIGLIATO

PER TE