be_ixf;ym_202208 d_10; ct_100
CHIUDI
Romain Febvre at the 2019 Grand Prix of Argentina
NEWS

L’ MXGP torna alla carica con il veloce Gran Premio di Argentina

Mar 042019

Sei mesi possono sembrare un tempo infinito. Ai fan del motocross, soprattutto agli appassionati di MXGP e quelli che non si fanno distrarre dell’AMA Supercross, l’inverno sarà sembrato interminabile. È un sollievo quindi che i riflettori si siano finalmente accesi sul Campionato mondiale FIM 2019 nello spettacolare scenario di Neuquen per il Gran Premio di Patagonia-Argentina.

Tra montagne, laghi e foreste si nasconde un circuito popolato da più di 35.000 fan e dal rumore delle moto a quattro tempi. Per il secondo anno consecutivo, Neuquen ha dato il via al MXGP. L’imponente pista irregolare e veloce richiede ai piloti di spingere sull’ acceleratore.

L’assenza del campione del mondo Jeffrey Herlings, a causa di un infortunio, ha spinto tutti gli altri piloti a cercare di prendersi una fetta di successo. Dopo aver ottenuto la pole position sabato, Romain Febvre di Monster Energy Yamaha si è opposto con fermezza a Tony Cairoli durante la prima gara, ma è stato infine superato da Tim Gajser negli ultimi minuti, finendo terzo. Clement Desalle della Kawasaki Monster Energy si è piazzato quarto davanti a Gautier Paulin, che ha fatto il suo debutto sulla Monster Energy Wilvo Yamaha.

 

La velocità di Neuquen è stato uno degli aspetti più straordinari del weekend, con moto e sospensioni messe a dura prova dalla pista. Nella seconda gara, Febvre è stato nuovamente protagonista, ma il suolo scivoloso e il terreno indurito hanno comportato un margine di errore maggiore. Il suo infortunio alla caviglia destra a pochi metri dall’ ingresso nella sezione delle cunette ne è stata un’infelice conseguenza.

 

Desalle ha mangiato la polvere troppo presto. Il suo errore nella prima curva si è tradotto in 30 minuti e 2 giri di recupero. Il belga era in piena forma e ha recuperato tutto il percorso finendo quarto. Il vincitore Tony Cairoli ha festeggiato la vittoria numero 86 della sua carriera all’età di 33 anni.

 

“È stato fantastico tornare a gareggiare in un Gran Premio. In allenamento non si trovano questo tipo di condizioni” afferma Clement. “Sono arrivato quarto nella prima gara. Sono deluso dal secondo inizio. Sono partito bene, ma hanno smosso il terreno alla prima curva, sono rimasto sorpreso da un solco e sono entrato in collisione con il manubrio di un altro pilota. Ero ultimo, ma sono risalito in sesta posizione, che non è male visto che la leva del freno anteriore è rimasta piegata nella collisione. Adesso abbiamo tre settimane per lavorare su piccoli dettagli che abbiamo notato nel primo GP.”

Mancano tre settimane al Gran Premio di Gran Bretagna. Il tempo sufficiente per fare i bagagli, tornare in Europa e riprendersi dal jetlag. Il circuito di Matterley Basin è stato anticipato sul calendario. I team del MXGP e i brand sperano che la pista nel sud dell'Inghilterra sarà baciata da un bel clima primaverile.

CONDIVIDI L'ARTICOLO:

CONSIGLIATO

PER TE